giovedì 3 maggio 2012

Lido di Dante 2012


Lido di Dante 2012
Naturismo a rischio?
E chi ci ci avrebbe mai creduto?
Molti pensavano che si trattasse della solita sciocchezzuola, dopo qualche post invernale attraverso i vari forum, dove avevamo comunicato un incontro con il capo della forestale che tutto sommato sembrava positivo.
In men che non si dica, allo stato attuale , in molti sono stati multati dalla Guardia forestale, con blocchetto in mano e fischietto in bocca.
Scene d'altri tempi, in un paese dove la Costituzione recita fermamente quali sono i diritti di tutti, compresi quelli delle minoranze.
Il triste evento ci ha lasciati con l'amaro in bocca, consapevoli di quali interessi turistici vanti questa celebre località Italiana, storica al naturismo italiano da oltre 30 anni.
Ai lettori e coloro che vogliono difendere pacificamente un luogo a noi caro nei nostri affetti e ricordi, pubblico questo articolo di giornale dell'11/05/2008, per mostrarlo a chi ci è stato finora ostile, il giorno 5 maggio alle ore 14,30-15, al Bar Baraonda di Lido di Dante.
Essere naturisti, è un diritto, non un reato!
Per la nostra Costituzione, per le numerosissime sentenze di assoluzione di Giudici di Pace e Pretori.
Ma il perbenismo nostrano, come spesso accade, ha raggiunto livelli da definirsi scandalosi.
Fino a dove arriveranno ancora a limitare libertà e scelte di vita quando nel resto dell'Europa è normale consuetudine?
 

  

 
Si è tenuto un incontro il 5 Maggio 2012 chiesto dal comitato cittadino.
Elencate diverse problematiche, a partire dalla difesa della spiaggia dalle erosioni.
Sul tema naturismo siamo alle solite.
Il Comandante della Forestale che continuerà a fare le multe ai naturisti senza sentire ragioni, ignorando le sentenze della cassazione che hanno sempre assolto i naturisti in quella località.
Imbarazzante.
Da immaginarsi, il gran bell'esempio che daremo, per l'ennesima volta, a chi dall'Europa verrà qui a trascorrere le proprie vacanze...
Già pronti a rifar le valigie per Lidi che rispettano i diritti dei naturisti, ossia in tutta l'Europa tranne l'Italia.
Dopo questo bell'esempio di civiltà dei comuni italiani in generale, spero che al più presto si diano da fare, altrimenti non ci rimarranno neanche le briciole.
Alessandro.







1 commento:

  1. vi regalo l'aricolo di Emanuele che apparirà in tutti i siti interessati all'argomento Dante. Consiglio di leggerlo http://emanuelecinelli.wordpress.com/2012/05/03/manerba-mort-dante-cosaltro-serve-per-svegliarsi/

    RispondiElimina